REGOLAMENTO PENSIONE

"DI PONTE BASSO"

  1. Il presente regolamento , disciplina i rapporti tra proprietari dei cani e la Direzione della Pensione . L'accettazione del regolamento,mediante firma in calce alla presente, si intende estesa a tempo indeterminato per tutti i periodi di soggiorno futuri dell'animale intestato allo stesso proprietario

 2. L'accettazione del cane è subordinata alla conferma di disponibilità di box liberi all'interno della pensione

3. Al suo arrivo il cane dovrà essere tenuto al guinzaglio.

4. Il proprietario al momento dell'ingresso dovrà presentare i seguenti documenti del cane:

-Libretto sanitario in regola con le vaccinazioni e trattamenti antiparassitari

- Iscrizione all'anagrafe canina

-Eventuale certificato medico per la somministrazione di farmaci

​5.  Il trattamento antiparassitario dovrà essere iniziato almeno 10 giorni prima dell'ingresso in Pensione. Nel caso il cane non fosse coperto da trattamento antiparassitario questo sarà effettuato direttamente dalla Pensione al suo ingresso ed il pagamento sarà a carico del proprietario.

6. Il conteggio nella presenza dell'animale in Pensione viene conteggiato nell'arco della giornata solare e tale è il criterio di pagamento dell'alloggio, indipendentemente dall'orario in cui entra in pensione.

6a. Se per motivi organizzativi il cane entra in pensione nel pomeriggio sarà conteggiata comunque la giornata intera.

6b. Il ritiro del cane dovrà avvenire entro le ore 12:00 del giorno concordato, in caso contrario sarà conteggiata tutta la giornata di pensione giornaliera del cane presso la struttura (15 Euro)

7. Il proprietario del cane dovrà esibire la propria carta di identità in corso di validità per la compilazione della scheda cliente del proprio cane. Nel caso l'accompagnatore del cane non fosse il suo proprietario questi lascerà la fotocopia del documento di riconoscimento quale responsabile dell'animale.

8. Non si accettano cani con malattie infettive e/o contagiose.

9. Non si accettano cani con alta aggressività verso le persone.

10.Il proprietario dell'animale ospite della struttura delega il titolare a chiamare, appena sorta la necessità, a propria discrezione ed esperienza, il medico veterinario indicato dallo stesso o quello di fiducia della pensione ,Dott.sa Silvia Sghedoni convenzionata con la Clinica Veterinaria Via ragazzi del 99' a Modena anche nel qual caso il padrone non abbia comunicato il nominativo del proprio medico veterinario di fiducia o questo sia assente o si rifiuti di intervenire presso la struttura. Il costo dell'intervento medico veterinario è esclusivamente a carico del proprietario dell'animale

11. La direzione declina ogni responsabilità nel caso in cui l'animale non sia in ottimo stato di salute a causa di malattie contratte e/o incubate prima dell'arrivo in pensione.

12.La direzione declina ogni responsabilità per morte dell'animale dovuta all'età o comunque ad evento naturale non soggetto all'influenza della struttura della pensione.

13.. In caso che il cane effettui danni alla pensione il proprietario dovrà risarcire il danno.

14.La pensione ospita cani di qualsiasi taglia purchè, socializzati e docili con le persone , privi di gravi problemi comportamentali .Il proprietario è tenuto ad avvertire in caso di problematiche comportamentali e salutari al fine di non compromettere l’incolumità dello stesso e dell’operatore.

14.a In caso di gravi problemi comportamentali riscontrati dall'operatore o dall'incompatibilità del cane con la struttura, la direzione può recidere il contratto e far venire a ritirare il cane.

15. I pasti sono a carico del proprietario , nel caso il cibo ,fornito dal proprietario non bastasse , si provvederà a comprare il cibo, tutto questo a spese del proprietario.

16.Nel caso il cane segua una terapia prescritte dal veterinario sarà nostra premura ,continuare la terapia(i farmaci devono essere consegnati insieme alle cose del cane con una terapia ben scritta)

17. Il proprietario del cane dovrà concordare in anticipo il periodo di pensionamento e l'eventuale ritardo nel ritiro. Se il cane non verrà ritirato nel giorno stabilito, la pensione, dopo cinque giorni senza alcuna comunicazione da parte del proprietario o del responsabile sarà autorizzata a consegnare l'animale alle autorità competenti le quali inoltreranno una denuncia per abbandono e maltrattamento nei confronti del proprietario o del responsabile. Tutte le spese sostenute saranno a carico del proprietario o del responsabile dell'animale.

18. Si consiglia di portare qualche oggetto (giochino, copertina, ) appartenente al cane perché questi senta un po' "l'aria di casa".

19.Nel caso il cane  dovesse essere ritirato da una persona diversa da quella che lo ha portato in pensione è necessaria un'autorizzazione da parte del proprietario.

20. Il presente regolamento deve essere firmato per accettazione dal proprietario o responsabile del cane al momento dell'arrivo in pensione

21. I dati sopraindicati vengono trattati ai sensi del D.Lgs. n.196/03 per la tutela dei dati personali. Il sottoscritto dichiara di aver preso visione e di accettare espressamente ed integralmente il regolamento della pensione sopra esposto.

Per il tariffario e relativi orari di accettazione/ritiro  cliccare qui.